» 16 set 2019

Fishing Belt

Fishing-Belt-Tubertini

La cintura da combattimento o “fishing belt” all’inglese,  è uno di quegli accessori da pesca di cui  si avverte  la mancanza proprio nel momento di una grossa cattura, quando la crociera o il fondo del manico della canna ci massacra le parti nobili e basse…E’ anche veroFishing-belt-tubertini-part-bicchiere che molti pescatori ritengono che la pancerina sia magicamente dotata di influssi negativi per la pesca e meglio quindi non averla a bordo…insomma questa benedetta cintura da combattimento per un motivo e per l’altro è spesso assente dalle nostre barche. Eppure si tratta di un accessorio direi quasi essenziale che non dovrebbe mancare mai. Detto questo ecco appunto che parliamo di una piccola cintura importata daFishing-belt-tubertini-part-innesto-bretelle Tubertini, e rivolta soprattutto alla traina con il vivo ed allo spinning pesante al tonno oggi tanto di moda. E’ realizzata con un corpo rigido in robusta plastica con inglobato il bicchierino di sostegno della canna e relativo asse in acciaio inox per fissarvi saldamente  la crociera della canna, l’asse si può facilmente togliere e la cintura utilizzata nei casi di canne da popping e spinning pesante in assenza di crociera.  Vi sono anche due apertureFishing-Belt-Tubertini-retro per il passaggio di eventuali bretelle da far passare attorno al collo. Grande importanza è stata data all’ ampia imbottitura realizzata in materiale morbido ma resistente, la cinghia è  facilmente regolabile ed   è in nylon Cordura con innesto e sgancio rapido in composito. Leggerissima, indistruttible, resistente al salino quasi non ci si accorge di averla indosso…sempre che non siate troppo superstiziosi!

IMPORTATA DA Logo Tubertini

Condividi su:

Commenti

  1. Alex dice:

    bell’attrezzo molto rifinito ma così a occhio mi pare che il bicchierino sia troppo grande, cioè di diametro esagerato…ne ho avuta una simile che non mi ha soddisfatto. Questo ti comporta scorrimento della canna sull’asse in acciaio se non si recupera la preda proprio di fronte e ti fa le fughe un po’ di lato….Inoltre la croce gioca troppo con rollii laterali se il calcio della canna non trova sull’estremo alto del bicchiere un punto di fermo per via dell’apertura troppo aperta….Fastidioso. Ultimamente per la traina col vivo mi sto trovando bene con i modelli dotati di bicchiere snodato-mobile inglobato in una sfera che ruota, e che hanno una croce vera e propria in plastica dura invece dell’asse lineare in acciaio. La croce della canna è sempre stabile sul supporto e la canna ruota lateralmente con governabilità.

Lascia un Commento: