» 13 nov 2018

EASY 2 HOOK

easy2hook

Non è una novità dell’ultim’ora ma rappresenta comunque un tentativo di innovazione nel campo della pesca sportiva dove ci sono cose che non cambiano da anni. E’ il caso del nodo di giunzione tra nylon e amo, ve ne sono un infinità di tipologie e ognuno cerca di ottenere il risultato di ridurre al minimo il carico di rottura del monofilo. Partendo quindi dal fatto che anche il miglior nodo possibile indebolisce comunque il nostro filo è scaturita l’idea di poter realizzare un tipo di amo che non necessita di un nodo vero e proprio ma piuttosto di una serie di spire affiancate tra loro come si vede chiaramente nella sequenza di montaggio.0_0_0_0_197_418_csupload_40954230 A dire la verità tutta un sistema simile ma adattato ai moschettoni per collegare gli artificiali era già stato brevettato dalla Berkley con un accessorio che mi pare si chiamasse “no knot” e che già il geniaccio italico di Nunzio di Stefano, l’inventore dell’artificiale “Pinocchio” aveva realizzato almeno 3-4 anni prima, in sordina e del tutto ignorato. Detto questo ecco la linea degli Easy 2 Hook che comprende ami per quasi tutte le tecniche di pesca che utilizza più o meno lo stesso sistema di sopra che prevedono 2 tipologie di montaggio; una è quella riportata nella figura in alto a dx  e prevede il raddoppio del nylon con l’asola che viene fermata dall’apposito fermo saldato sul gambo dell’amo e l’altro invece con un sistema che utilizza un solo filo ed è illustrato qui a fianco. La tenuta di entrambi i montaggi è stata ampiamente sperimentata a lungo in diverse discipline di pesca…d’accordo, ma personalmente non abbandonerei mai il vecchio buon nodo di una volta…almeno in questo sono rimasto tradizionalista!


IMPORTATI E DISTRIBUITI DA

Logo SASA

Condividi su:

Commenti

  1. Alex dice:

    il tempo che sto a cercare ‘sti ami e a fare le varie spire, ho già fatto uno snelling sull’amo che preferisco….Tutte trovate commerciali che possono imbambolare solo i nuovi adepti che si avvicinano alla pesca….Quelli che vogliono saltare le tappe e trovarsi già col pesce grosso nella cesta…Bisogna imparare i nodi e basta!

Lascia un Commento: